I Liceali 3: la conferma di un successo

Pubblicato il da Mariella Prunesti

Giunto quest'anno alla terza serie, pare che gli ascolti, rispetto agli anni successivi, siano notevolmente calati. Ci chiediamo: perchè?

É stato più volte confermato che il cambio quasi radicale di personaggi in un serial televisivo, seguito da numerosi spettatori, abbia influito negativamente sullo share.

Tuttavia, la fiction in questione, è partita con tematiche che servivano semplicemente a presentare i nuovi protagonisti del liceo Colonna, a farci conoscere il loro carattere scostante, come quello di Giorgio Gambino e l'indiano Jamal Kira, il loro modo di reagire e combattere per gli ideali, come fa Chiara Morandini, e i loro rapporti di amicizia, di amore o presunto tale. Ora sta prendendo via via una piega diversa: una piega che affronta più nel dettaglio le vere tematiche attuali del mondo giovane e anche meno giovane.

Riprende, dunque, quello che era lo stile delle serie precedenti, ossia la sua capacità di far vedere il mondo della scuola e di tutti coloro che ne fanno parte, dagli studenti agli insegnanti, dai bidelli al preside, in un modo istruttivo. La scuola come scuola di vita.

Ad ogni modo, a sole due puntate dalla fine della messa in onda, gli ascolti sono tali che si prevede una chiusura della serie.

Sarebbe un peccato dal momento che, volendo restare su programmi destinati a un pubblico giovane, le reti Mediaset propongono alternative dal calibro di "Tamarreide", pubblicizzato come moderno poema epico dopo l'Iliade e l'Eneide.

I Liceali 3

Con tag TV e Personaggi

Commenta il post